10 cose che solo un lettore appassionato può capire

10 cose che solo un lettore appassionato può capire

10 cose che solo un lettore appassionato può capire

Il momento in cui inizi un libro, il momento in cui lo vivi e il momento in cui lo chiudi, ma mai del tutto con-cludi, perché quella storia ormai ti è rimasta dentro per sempre, indelebile.
Questo e molti altri delicati piaceri che solo un lettore appassionato può capire!

1) Quando apri un libro e, nell’ordine:

  • ti luccicano gli occhi come davanti a un piatto succulento di lasagne al forno
  • lo maneggi con estrema cura, assaporandone la copertina liscia o ruvida sotto i polpastrelli
  • lo apri e tiri un’avida sniffata di “odore di libro nuovo”, oppure (ancora meglio) “odore di libro antico”.

2) Quando stai morendo di fame, ma sposti di un’altra mezz’ora la cena per leggere altri due capitoli.

3) Viceversa: quando mancano solo poche pagine a concludere il libro, ma ti dispiace troppo finirlo e allora lo lasci un altro po’ sul comodino. Perché finire un libro è un po’ come la conclusione di un bel viaggio: sei felice di tornare e nostalgico allo stesso tempo e le emozioni provate “la prima volta” non potranno ritornare identiche.

4) Quando leggi una frase o un capitolo meravigliosi, che creano un collegamento semplice e chiaro con il groviglio inestricabile delle tue emozioni/pensieri e pensi: “Eccolo. Questo libro è stato scritto PER ME“.

5) Il rammarico di non ritrovare, nella vita reale, persone interessanti, uniche, singolari e “vere” come i personaggi del tuo libro preferito.

6) Come si possa diventare ironici, coraggiosi o perfino “malandrini”, immedesimandoci nel carattere del/della protagonista.

7) La sensazione di paura/curiosità/aspettativa che si crea, mano a mano che il libro prosegue nella sua trama e tu non vedi l’ora di continuare questa avventura emozionante. Addentrarsi nella giungla di emozioni della lettura.

8) Il momento dell’ “illuminazione“: quando comprendi il valore delle parole di un personaggio, di un dettaglio che era stato descritto fugacemente, o anche solo quando comprendi il significato profondo del titolo del libro.

9) Il “Meno male ci sei tu”, rivolto non a innamorati/e, amici o parenti, ma al tuo libro che ti aspetta sul comodino, dopo una giornata sfiaccante.

10) Quando rispondi a tono con una citazione dal tuo romanzo preferito, ma i “non lettori” non possono capire il contesto, né cogliere la lieve nota di ironia amara che lo accompagna.

Queste 10 cose che solo un lettore appassionato può capire e molte altre ancora…

 

TO BE CONTINUED…

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]
No votes yet.
Please wait...

Lascia un commento

Comment
Name
Mail
Website

*